Vendere la multiproprietà - Introduzione

Vendere la multiproprietà è senza dubbio la principale richiesta che viene fatta dai multiproprietari.

La cessione del bene diventa molto spesso una necessità impellente per il multiproprietario che tutti gli anni deve pagare costi per una appartamento che per vari motivi non utilizza; questa necessità di vendita, unita ad una elevata offerta di settimane in multiproprietà e ad elementi di irrazionalità presenti spesso nelle proposte di cessione della settimana (ad esempio richieste di prezzo folli e fuori mercato) provoca una forte alterazione del mercato;
se aggiungiamo a questo quadro la bassa richiesta sul mercato immobiliare o turistico di appartamenti in multiproprietà ed il pessimo nome che il "timeshare" si è costruito negli anni, appare chiaro un unico elemento: vendere la multiproprietà è impresa difficilissima.

Questo deve essere il punto di partenza per tutti coloro che hanno intenzione di vendere realmente la propria multiproprietà

Consigli per la vendita della multiproprietà - Argomenti generali

Prima di mettere in vendita la propria multiproprietà, il multiproprietario dovrebbe mettersi davanti allo specchio e prendere piena consapevolezza del fatto che :

- potrebbe anche aver fatto all'origine un acquisto dettato da leggerezza, superficialità, emozione, cattiva informazione, insomma condizionato da situazioni esterne che non gli hanno consentito di ben ponderare le sue azioni... in una parola deve valutare se non sia stato "fregato" dagli abili venditori di turno, acquisendo la proprietà ad un prezzo assolutamente fuori mercato.

- che le condizioni di mercato sono mutate e che rispetto a quando ha effettuato l'acquisto della sua settimana di timeshare le risorse che mediamente le famiglie hanno a disposizione per acquisire beni non di prima necessità, sono diminuite notevolmente

- che le continue notizie di truffe nel settore della multiproprietà hanno contribuito a creare nell'immaginario colletivo l'idea "multiproprietà = fregatura" compromettendo di fatto tutto il sistema di vacanza nella formula del timeshare

- che la multiproprietà (nella formula classica) e' un acquisto immobiliare effettuato con rogito notarile o con certificato di proprietà, ma non risponde alle logiche del mercato immobiliare tradizionale; in poche parole il multiproprietario deve approcciare alla rivendita pensando di aver acquisito un servizio che ha utilizzato per un pò di anni e che adesso rivende, recuperando non necessariamente tutto ma parte del capitale investito inizialmente (un pò come accade nel mercato dell'auto)

- che la richiesta nel mercato della multiproprietà è infinitamente inferiore alla offerta e che questo genera ovviamente una svalutazione dei beni proposti sul mercato

Solamente se il multiproprietario si libera la mente da idee fuorvianti può avere una chance di vendita

Vendere la Multiproprietà - Le possibilità di vendita

Analizziamo le possibili strade che il multiproprietario ha per rivendere la sua multiproprietà.

Occorre preliminarmente esprimere un concetto fondamentale:

la formula di vacanza della multiproprietà è una soluzione intelligente e valida se utilizzata nella maniera corretta e può favorire la possibilità di vacanza, di viaggio e scoperta di nuove località per una famiglia; gran parte del suo insuccesso deriva da problemi di informazione in sede di acquisto da parte di venditori senza scrupoli oltre che da speculazioni fallimentari che a causa di leggi inadeguate, hanno consentito ad imprenditori spregiudicati di fare operazioni immobiliari ad alto rischio, facendo perdere molti soldi ai consumatori finali;

oggi con le nuove leggi sulla multiproprietà queste problematiche sono state risolte.

Questo punto va definito chiaramente altrimenti il multiproprietario rischia di compromettere la visione d'insieme del settore e delle potenzialità che può offrire ad un eventuale acquirente e lo porta a trascurare un aspetto fondamentale per le sue possibilità di rivendita ovvero il "perchè della rivendita della multiproprietà"

Il multiproprietario che vuole cedere la sua proprietà deve come prima cosa porsi questa domanda:

PERCHE' VOGLIO RIVENDERE LA MIA MULTIPROPRIETA' ?

Sembra una domanda insensata ma la risposta puo' determinare delle soluzioni alternative al problema. In effetti se analizziamo le principali motivazioni di insoddisfazione della multiproprietà possiamo osservare come alcune non siano strutturali ovvero dovute alla formula del timeshare, ma derivate da altri eventi, risolti i quali puo' essere riutilizzata con soddisfazione la proprietà.

Facciamo l' esempio di un multiproprietario che quando ha acquistato la multiproprietà aveva un nucleo familiare composto da 2 adulti e 2 bambini e che per tale motivo ha acquistato un appartamento 4 posti letto; nel corso degli anni il suo nucleo familiare e' aumentato per la nascita di un terzo figlio. Ecco dunque che la settimana acquistata non risponde più alle esigenze e dunque la soluzione immediata sarebbe la vendita. Ma se la famiglia era soddisfatta del residence dove aveva acquistatto o della formula della multiproprietà, semplicemente permutando la proprietà con una più capiente puo' risolvere il problema e riattivare un sistema di vacanze efficace. Per questo chi inserisce un annuncio su ilmultiproprietario.it trova uno spazio dove gli viene fatta la domanda chiave: talvolta e' possibile risolvere un problema aggirando l'ostacolo

In questa sezione comunque ci preoccupiamo di dare dei suggerimenti per la rivendita e dunque analizzeremo le altre possibilità in altri articoli

 

Vendita Multiproprietà - Cosa fare e cosa non fare per rivendere

Prima di elencare questi suggerimenti, che ovviamente non hanno alcuna pretesa di verità, occorre dire che tra le "macerie" del settore della multiproprietà, purtroppo offuscati e spesso confusi con i molti personaggi poco raccomandabili, truffatori e disonesti, ne esistono altri che operano con serietà e professionalità, cercando di recuperare ciò che di buono esiste in questa formula di vacanza , fornendo anche validi suggerimenti sul suo corretto utilizzo.

Dunque nell'ipotesi che le possibilità alternative alla rivendita della multiproprieetà non siano per un qualche motivo praticabili e che l'unica soluzione possibile sia la vendita della settimana in timeshare, ecco una serie di accorgimenti da tenere presenti per evitare fastidi o perdite di denaro.


Vendita Multiproprietà - Cosa fare per rivendere:

1 - fare una corretta valutazione del bene posseduto analizzando i parametri fondamentali quali sono :

- la richiesta della località ( in generale le località mare sono più richieste della montagna , l' Italia ha maggior valore dell'estero, con l'unica eccezione delle capitali europee , le località più note ovviamente sono più richieste

- il periodo di proprietà (natale capodanno e ferragosto in testa poi l'alta stagione mare , poi tutto il resto)

- la qualità della struttura

- la qualità dell'immobile soprattutto per quanto riguarda i posti letto e le spese condominiali

2- considerare nella determinazione del prezzo che:

- il mercato della multiproprietà settore è crollato

- che all'origine il prezzo del bene e' stato gonfiato per coprire gli elevatissimi costi di commercializzazione per le società di vendita e la necessita di ottenere un utile dall'operazione pur vendendo solo i periodi centrali dell'immobile

- che comperare una multiproprietà deve essere concepito come acquistare un servizio e non un immobile

- che probabilmente rispeto al prezzo di acquisto la rivendita sarà fatta ad un prezzo più basso

- che località estere quali Spagna e Canarie hanno una offerta talmente elevata che il valore del bene si è assestato su cifre irrisorie rispetto al prezzo di acquisto iniziale

Se il multiproprietario riuscira ad accettare di rivendere tenendo conto nella determinazione del prezzo di questi valori, la vendita della mutiproprietà potrà avvenire , diversamente troverà certamente delle enormi difficoltà


Vendita Multiproprietà - Cosa non fare per rivendere

- Non iscriversi a circuiti di rivendita che chiedono somme talvolta molto ingenti per inserire le settimane nei loro elenchi

- Non pagare somme per intermediazioni o compravendite prima che si sia conclusa realmente la cessione della multiproprietà tramite l'atto notarile

- Non valutare il proprio bene partendo dal prezzo di acquisto ma dal reale valore odierno di mercato

- Non credere a chi promette facili rivendite o soluzioni fantasiose ( tipo fantomatiche società estere che riacquistano interi complessi residenziali comprando le singole settimane una ad una dai singoli proprietari)

- Non avere fretta di rivendere ( mai come in questo settore la fretta è cattiva consigliera in quanto porta il multiproprietario ad abbassare le proprie difese "immunitarie" ed a subire truffe sempre in agguato nel la multiproprietà)